• HSBC, nuovi guai col Fisco per una lista di clienti offshore

    La maggiore banca del Regno Unito, che già si prepara a pagare una super multa da un miliardo e mezzo di dollari negli Stati Uniti per violazione delle norme sul riciclaggio del denaro sporco, è ora al centro di un’ampia indagine del fisco britannico dopo la scoperta di una lista di migliaia di cittadini che tengono conti “segreti” in una filiale sull’isola di Jersey, tra i quali numerosi criminali.



    Secondo indiscrezioni pubblicate oggi dal Daily Telegraph, questi ultimi comprenderebbero Daniel Bayes, un trafficante di droga inglese ricercato da Scotland Yard e che ora risiederebbe in Venezuela; Michael Lee, condannato per il possesso illecito di oltre 300 armi da fuoco nella sua casa nella contea del Devon; tre banchieri accusati di grosse frodi; e un uomo che un tempo era soprannominato “il secondo più grande truffatore di Internet” di tutta Londra.

    Altri conti presso l’agenzia della Hsbc di Jersey, contenenti ciascuno centinaia di migliaia di sterline, sono registrati presso modesti indirizzi in alcune delle regioni più povere di questo paese. Il punto di vista legale, una banca britannica sarebbe obbligata a riportare alle autorità qualsiasi sospetto sulle fonti del denaro depositato nei suoi conti. In tutto, la lista in possesso del fisco include 4388 individui per un totale di 699 milioni di sterline (circa 850 milioni di euro) depositati in conti offshore sull’isola di Jersey, che gode di privilegi simili a quelli di certi paradisi fiscali dei Caraibi. Secondo il Telegraph, le persone della lista avrebbero fatto inoltre miliardi di sterline di investimenti attraverso meccanismi predisposti dalla Hsbc. Nel gruppo, oltre a svariati criminali ben noti alla polizia, ci sarebbero anche alcune celebrità.

    Fonte
  • Cerca

    Google
     www.paradisi-fiscali.com  Web
  • Annunci